Loading...

I solari

Troppo presto per parlare di solari?
NO, perchè proprio all’inizio della stagione, dopo il grigiore dell’inverno, che la pelle ha bisogno di protezione per non incorrere in danni più o meno gravi.

La maggior parte dei raggi solari UV, che raggiungono la terra, sono UVA, in piccola parte UVB, mentre gli UVC vengono assorbiti completamente dall’atmosfera. I livelli di concentrazione aumentano al crescere dell’altitudine e della posizione del sole.
Per quanto riguarda la nocività gli UVB sono direttamente responsabili della comparsa di eritemi, ustioni e, in casi più gravi, dell’insorgenza di neoplasie della pelle. La conseguenza negativa degli UVA, responsabili dei processi ossidativi del DNA e dei mutamenti cellulari, è la patogenesi del melanoma. Quindi l’esposizione prolungata ai raggi UV senza la necessaria protezione rischia di essere nociva per il nostro corpo e le conseguenze che si possono manifestare sono:
eritema
produzione di radicali liberi (stress
ossidativo)
fotoinvecchiamento (invecchimento precoce,rughe)
fotosensibilità (danni agli occhi)
tumori cutanei
Da questo si comprende che proteggere la pelle non è un optional o un vezzo, ma un’esigenza vitale.
È importante scegliere il prodotto solare adeguato al tipo di pelle.
La protezione dall’eccesso di radiazioni solari, con il solare adeguato, previene le lesioni e supporta i normali meccanismi di protezione della pelle.
Un solare garantisce il massimo della protezione attraverso l’impiego di filtri fisici e chimici. I filtri fisici, a base di derivati di metalli come l’OSSIDO DI ZINCO e il BIOSSIDO DI TITANIO, hanno proprietà riflettenti, quindi i raggi non vengono assorbiti dalla crema, ma riflessi dalla superficie cutanea. I filtri chimici contengono sostanze di sintesi, che hanno la proprietà di assorbire l’energia degli UV e poi liberarla come calore o fluorescenza. Per l’acquisto del solare è importante recarsi in FARMACIA, perchè il solare è sì un cosmetico, ma deve offrire il massimo del beneficio, minimizzando gli effetti negativi delle radiazioni solari.

 

 

Fonte: Pharmabook

X